Flashing on IKO roof

La Lattoneria del tetto, la sua funzione e perché è importante

La pioggia e l'acqua sono uno dei principali fattori meteorologici che minacciano continuamente la copertura e invadono la casa sotto forma di perdita dal tetto. La lattoneria metallica è importante per prevenire le perdite dal tetto come lo sono le tegole stesse. La lattoneria è realizzata in metallo sottile, solitamente verniciato, zincato o può essere realizzato in rame, alluminio ecc. Ma non tutte le lattonerie sono uguali. Esistono diversi tipi di profili che possono essere utilizzati in prossimità di molti dettagli sul tetto.

Lattonerie: grondaie, profili, pareti, camini, etc.

Tutte le aree sulla superficie del tetto in cui si intersecano o sporgono attraverso la sua superficie (camini, sfiati, abbaini, pareti, ecc.) richiedono particolari lattonerie. La lattoneria è la procedura di costruzione necessaria per rendere impermeabili queste aree. Le lattonerie metalliche sono efficaci perché, se installate correttamente, possono aiutare ad assorbire i movimenti strutturali dovuti all’assestamento del tetto o all’espansione e contrazione di strutture come camini e pareti. La lattoneria del tetto drena l'acqua ed è costituita da un sistema idoneo per lavorare con l'effetto della gravità. Se progettate e installate correttamente, le lattonerie possono essere eluse solo dall'acqua che scorre verso l'alto. Questo può accadere in presenza di neve, ghiaccio o pioggia guidata dal vento.

Istallazione delle lattonerie

Lattoneria di partenza usata in corrispondenza della grondaia e della fascia laterale

La lattoneria di partenza è la scossalina più semplice. È usata nei pressi delle fasce laterali e in corrispondenza delle grondaie. Fornisce un efficiente drenaggio dell’acqua e protegge il legno sottostante dalla decomposizione. Il bordo anti-goccia deve essere realizzato in un materiale resistente alla corrosione che si estende, sotto il sotto-strato e le tegole di almeno 8 cm dal bordo del tetto e si piega verso il basso sopra la grondaia o fascia laterale. Applicare la lattoneria di partenza sotto il  sotto-strato  lungo la grondaia per consentire all'acqua di fuoriuscire senza intoppi dal tetto se dovesse penetrare sotto le tegole.

La scossalina laterale è installata sulla parte superiore del sotto-strato per evitare che la pioggia guidata dal vento passi sotto di esso.

Lattoneria di partenza usata in corrispondenza della grondaia e della fascia laterale

La scossalina laterale è installata sulla parte superiore del sotto-strato per evitare che la pioggia guidata dal vento passi sotto di esso.

La lattoneria contro una parete laterale verticale

I supporti del tetto che terminano contro una parete verticale, alla fine dei corsi di tegole sono protetti meglio da scossaline metalliche posizionate sopra la fine di ogni corso. Questo metodo è chiamato "scossalina a gradini".

Per eseguire l’applicazione delle scossaline ad ogni corso di tegole che finiranno contro pareti laterali verticali è necessario seguire queste indicazioni:

  • La larghezza della scossalina sul supporto del tetto deve essere di almeno 10 cm.
  • L'altezza della scossalina installata contro la superficie verticale deve essere di almeno 10 cm.
  • Per eseguire il metodo della scossalina a gradini, i pezzi di scossalina devono sovrapporsi l'un l'altro di almeno 5 cm.
  • La lunghezza dei pezzi delle scossaline di ogni corso è di circa 25 cm ma dipende anche dal tipo di tegola che sarà applicato.
  • Il materiale utilizzato per la scossalina a gradini deve essere resistente alla corrosione.

Estendere il sotto-strato di circa 10-12 cm contro la parete verticale. Posizionare il primo pezzo di scossalina sopra l'estremità della lattoneria di partenza e infine posizionarlo in modo che la tegola finale nel primo corso lo copra completamente. Fissare la parte orizzontale al tetto con due chiodi. I chiodi devono essere posizionati nell'area superiore di 5 cm del pezzo di scossalina del gradino, per evitare perdite. Quindi, applicare il primo corso di tegole fino al muro. Posizionare il pezzo di scossalina del secondo corso sopra la tegola finale della prima fila di copertura. Ciò consentirà alla tegola del secondo corso di coprirlo completamente. Usa sempre un po'di mastice bituminoso per sigillare la tegola alla scossalina. Segue il secondo corso di tegole e alla fine la scossalina sarà ricoperta come nei corsi precedenti. Continua per tutta l'area del muro verticale in modo simile.

La scossalina a parete laterale può essere installata anche come singolo pezzo continuo. Questo è comune contro le pareti intonacate e con copertura in tegole. Assicurati di realizzare una presso-piegatura del profilo sul lato orizzontale della scossalina. Le scossaline metalliche saranno fissate con delle piccole clips al tetto. Quando si applica la tegola, non inchiodare le tegole attraverso questo profilo metallico, ma sigillare l'estremità di ogni tegola sul bordo del profilo con mastice bituminoso.

Contro-lattoneria

Le contro-lattonerie o scossaline di chiusura devono essere installate, sovrapponendo la contro-scossalina alla scossalina sottostante, in modo che l'acqua non possa entrare nel giunto. Questo viene eseguito facendo un taglio sul cemento ad una profondità di 2-4 cm, inserendo il bordo piegato della contro-scossalina e riempiendo con mastice il taglio. La lunghezza della contro-scossalina dipende dall'inclinazione del tetto e dalle dimensioni dei mattoni. Inizia sempre dal punto più basso, sovrapponendo ciascun pezzo di almeno 7 cm. Le contro-scossaline possono essere realizzate anche in un unico pezzo continuo.

La scossalina contro una parete verticale

Applicare le tegole sul tetto fino a quando l’ultimo corso deve essere tagliato per adattarsi alla base della parete verticale. Pianificando è possibile regolare leggermente la sovrapposizione nei corsi precedenti, in modo che l'ultima fila sia larga circa 15-20 cm. Applicare un pezzo continuo di scossalina metallica sull'ultimo corso di tegole canadesi sigillandolo con mastice bituminoso e fissandolo al tetto. Non inchiodare la scossalina al muro. La scossalina metallica deve essere piegata per estendersi di circa 10 cm sulla parete verticale e di 10 cm sull'ultimo corso di tegole. L'applicazione di una fila aggiuntiva di tegole sulla scossalina della parete è facoltativa. Gli ultimi pezzi di tegole devono essere fissati con chiodi a vista e successivamente sigillati con una piccola quantità di mastice per tetti. La parte superiore della scossalina della parete può essere lasciata a vista o incassata sotto l’intonaco.

Pluviali e sfiati

Normalmente le case hanno tubi di sfiato circolari o aeratori che salgono attraverso il tetto. Prima di installare la scossalina di copertura, portare le tegole fino al tubo di sfiato. Quindi praticare un buco nella tegola che andrà sopra il tubo di sfiato e sigillarlo con mastice bituminoso. Assicurarsi che la flangia o lo sfiato sia posizionato esattamente sul tetto. Evitare l'uso eccessivo di mastice perché può causare percolazioni.

Dopo che la scossalina è in posizione, continuare ad applicare le tegole. Tagliare le tegole nei loro corsi successivi per adattarle al tubo e sigillarle con mastice bituminoso dove si sovrappongono alla flangia della scossalina. La parte inferiore della scossalina si sovrappone alle tegole inferiori e ai lati e le tegole superiori si sovrappongono alla flangia.Ricorda, non inchiodare vicino al tubo. Seguire la stessa procedura in caso in cui si trova un aeratore o una pila di scarico.

Scossaline intorno ai camini

Poiché i camini sono solitamente costruiti su una fondazione indipendente e separata dalla fondazione principale della casa, il camino può muoversi indipendentemente dal resto della casa. Per consentire il movimento dei camini e del supporto, la base della scossalina è fissata al supporto del tetto e la contro-scossalina è fissata al camino. Quando si verifica un movimento, la scossalina della base e la contro-scossalina agiranno come un giunto mobile. Per i camini che fuoriescono attraverso la superficie del tetto di altezza superiore a 76 cm, si consiglia di realizzare un rialzo dietro il camino. Il rialzo, a volte chiamato sella di legno, è costituito da due sezioni triangolari dello stesso materiale del supporto (compensato, OSB, tavole di legno) unite per formare un colmo pianeggiante che si estende dalla linea centrale del camino fino al supporto del tetto. Il rialzo impedisce l'accumulo di ghiaccio e neve nella parte posteriore del camino e devia il deflusso dell'acqua attorno al camino. Impedisce inoltre all'acqua di ristagnare e di creare infiltrazioni sotto la tegola durante i periodi di congelamento o scongelamento invernale. Tutti i materiali di copertura, dal sotto-strato alle tegole del tetto, sono applicati su di esso.

Applicare le tegole fino al bordo anteriore della sezione del camino. Quindi applicare la scossalina anteriore contro la parete anteriore del camino. Piegare la scossalina anteriore in modo che la sezione inferiore si estenda di circa 10 cm sopra le tegole e la sezione superiore si estenda di almeno 10 cm fino alla parete anteriore del camino. Fissare tutte le sovrapposizioni con mastice bituminoso. Utilizzare scossaline metalliche a gradini per i lati del camino, posizionando i pezzi allo stesso modo della parete verticale laterale. Fissare ogni corso della scossalina con mastice bituminoso e chiodi sul supporto di legno. Sovrapporre le tegole terminali di ogni corso sulla scossalina con mastice bituminoso.

Invece di utilizzare una scossalina a gradini è possibile installare una scossalina continua in metallo, che viene piegata insieme alla parte anteriore e posteriore della stessa. Assicurati di realizzare una presso-piegatura sul lato orizzontale della scossalina. Le scossaline metalliche sono fissate con delle piccole clips al tetto. Non inchiodare le tegole terminali di ogni corso attraverso il metallo della scossalina. Fissare ogni tegola terminale con mastice bituminoso sul bordo della scossalina.

Contro-lattoneria e scossaline di copertura

Le tecniche di contro-lattoneria o della scossalina di copertura variano con il tipo di finitura del camino, come intonaco, mattoni o pietra. Per tenere l'acqua fuori dal giunto del camino, iniziare impostando la contro-lattoneria, in genere rame, alluminio o acciaio zincato, nella muratura o nell’intonaco. Questo viene fatto eseguendo un taglio nell’intonaco ad una profondità di 2-4 cm e inserendo il bordo piegato della lattoneria nel giunto che si è creato. Utilizzare un pezzo continuo di lattoneria per la parte anteriore e uno per la parte posteriore del camino. Ai lati del camino, utilizzare diversi pezzi di scossalina di dimensioni simili, tagliando ogni pezzo per adattarsi alla particolare posizione del giunto in mattoni e della falda del tetto. Iniziare con le scossaline laterali nel punto più basso e sovrapporre ciascuna di almeno 7 cm da un lato all'altro. Questa è una tipica lattoneria sfalsata (a gradini) per camino o parete intonacati. Riempire il taglio quando la lattoneria è installata con malta cementizia, sigillante siliconico o utilizzare un cuneo metallico e un sigillante poliuretanico.

La tecnica della contro-lattoneria può anche utilizzare un pezzo di metallo continuo invece di una scossalina a gradini lungo il lato di un camino. È un'alternativa alle scossaline a gradini, che possono portare a perdite d'acqua lungo i giunti verticali in caso di forte vento o neve a grana fine.

Lucernari e finestre da tetto

Qualsiasi struttura in vetro che fa penetrare la luce naturale attraverso un tetto può essere chiamata lucernario. Alcuni produttori usano il termine finestra da tetto per descrivere un lucernario relativamente grande posizionato abbastanza in basso da poter vedere il paesaggio. Le finestre da tetto sono generalmente abbastanza grandi da essere considerate anche una via di fuga in caso di incendio.

Molti lucernari e finestre da tetto vengono venduti. La maggior parte fornisce le proprie istruzioni per realizzare la scossalina sul cordolo su cui è montato il lucernario. Il cordolo del lucernario è una scossalina proprio come un camino. Si consiglia di installare un sotto-strato autoadesivo sul supporto. Una scossalina con un bordo inferiore è installata sulla base. Una scossalina è installata sui lati; la scossalina di base è installata nel senso della pendenza, tenendo un corso di tegole lontano dal cordolo per incoraggiare la pioggia a dilavare sporco ed eventuali detriti. Il lucernario stesso viene fornito con la lattoneria di copertura dello stesso.

Colmo per un tetto ad una falda

 

Ci sono casi dove le tegole vengono installate su di un tetto avente una singola falda. In questo caso, la scossalina di colmo, rivestirà la parte esterna dello spessore del tetto e sarà piegata sulla superfice del tetto in corrispondenza dell’ultima fila di tegole. E’consigliato di mettere sempre del mastice bituminoso sotto di essa.

Cambio di pendenza del tetto

La scossalina utilizzata sul cambio di pendenza è essenzialmente la stessa sia che si tratti di un porticato aggettante la copertura sia come nel caso di un tetto mansardato. L'area problematica è la terminazione del corso inferiore delle tegole, dove tutti chiodi di fissaggio devono essere ricoperti con la scossalina metallica di transizione. Pertanto, la scossalina deve essere posizionata sotto le tegole della pendenza superiore e sovrapporsi agli elementi di fissaggio sulla parte superiore della tegola della fila sotto la transizione.

Opzione: conversa metallica

Le converse del tetto si formano dove due lati del tetto si incontrano, il che sarà il caso di qualsiasi tetto a quattro falde o a più falde. Una delle opzioni di installazione per le converse aperte è il metodo che utilizza la conversa metallica invece di un rotolo di membrana bituminosa con superficie minerale. La conversa metallica deve essere in acciaio zincato di almeno 0,45 mm o equivalente in metallo pre-verniciato con una larghezza minima di 60 cm. Se si applica la conversa con una presso-piegatura sui lati fissata con clip metalliche, è consentita una larghezza di 50 cm. Le converse a forma di "W" sono preferite perché la nervatura centrale aiuta ad alleviare le sollecitazioni sul metallo senza forzare il metallo a piegarsi. Le converse a forma di "W" aiutano a frenare e deviare l'acqua sui lati.

Sagomature speciali per i profili

I profili sagomati sono utilizzati sulla maggior parte dei sistemi di lattoneria metallica. La piegatura o la nervatura rende la scossalina più resistente e aiuta a controllare il flusso dell’acqua. La nervatura può essere rialzata o ribassata. Le nervature rialzate vengono utilizzati sul bordo alto delle scossaline intorno alle penetrazioni del tetto, come lucernari, sfiati e camini. Gli orli ribassati invece vengono utilizzati sul lato del tetto con scossaline continue, in corrispondenza della parete laterale e sul bordo verticale delle converse metalliche aperte. Un bordo rovesciato crea un ostacolo che resiste alla migrazione capillare dell'umidità dal metallo alla copertura. Non dovrebbero mai essere ribattuti sul piano. I bordi rovesciati fungono anche da ganci per applicare le clips. I bordi rovesciati vengono anche utilizzati quando le scossaline vengono applicate nella parte superiore del tetto o in corrispondenza di altri materiali, come ad es. il vetro del lucernario.

Hemmed edges on shingle roof
Hemmed edges on shingle roof
Hemmed edges on shingle roof
Hemmed edges on shingle roof

Il nostro calcolatore del tetto non solo mostra quante tegole e accessori IKO hai bisogno, ma anche la quantità di scossaline necessarie è inclusa. Calcola ora quali componenti del tetto hai bisogno per completare il tuo tetto IKO!